CALL US NOW 333 555 55 65
DONA ORA

Tagged as: colonialismo di insediamento

La “minaccia principale”: è ora di parlare della lotta di classe palestinese

15 novembre The Palestine Chronicle Di Ramzy Baroud e Romana Rubeo Lunedì 31 ottobre, i palestinesi nella città di Al-Eizariya, a est di Gerusalemme est occupata, hanno osservato uno sciopero generale. L’attacco è stato dichiarato parte del lutto della comunità per il 49enne Barakat Moussa Odeh, ucciso dalle forze israeliane a Gerico

LEGGI TUTTO

Musicisti per la Palestina

LETTERA “IL SILENZIO NON È UN’OPZIONE” In Solidarietà ed Empatia, Come musicisti, non possiamo tacere. Oggi è essenziale stare con la Palestina. Chiediamo ai nostri colleghi di affermare pubblicamente la loro solidarietà con il popolo palestinese. La complicità con i crimini di guerra israeliani avviene nel silenzio, e oggi il

LEGGI TUTTO

Perché Amnesty prende di mira le “cause profonde” dell’apartheid israeliano

Saleh Hijazi di Amnesty International parla a +972 del nuovo rapporto della sua organizzazione, della dura risposta del governo israeliano e del motivo per cui la nostra analisi dell’apartheid israeliano deve iniziare dal 1948. DiEdo Konrad 1 febbraio 2022 Anche prima che il nuovo rapporto bomba di Amnesty International su

LEGGI TUTTO

La città palestinese che imita i suoi colonizzatori

La città di Rawabi in Cisgiordania mostra come i capitalisti palestinesi stiano cercando – e fallendo – di formare una classe media che rispecchi le politiche neoliberiste di Israele. di Matan Kaminer da +972 Magazine “La Palestina sta organizzando una festa e il mondo intero è invitato: capitale e costruzione

LEGGI TUTTO

Il problema quando si parla di apartheid israeliano

di Amira Hass tradotto in Agence Media Palestine 24 agosto Dovremmo essere grati che il termine “apartheid”, per riferirsi al regime israeliano tra fiume e mare, stia diventando sempre più comune e sempre più legittimo, e che stia persino diventando di moda. Ma come in ogni moda, anche qui c’è un

LEGGI TUTTO

Dai convitti alla detenzione: le vite dei bambini contano!

6 giugno 2021 Benay Blend Palestine Chronicle Di Benay Blend “Sì, sto pensando ai bambini palestinesi e anche ai bambini senza documenti” rifletté l’ attivista Dinè Melissa Tso. “Vengono letteralmente uccisi ogni giorno da questi governi di coloni”. Come “parte essenziale della [sua] cultura”, la corsa aiuta a “elaborare le cose”, e così ha fatto

LEGGI TUTTO

NEWSLETTER

Iscriviti e resta aggiornato