CALL US NOW 333 555 55 65
DONA ORA

CINEMA

Pedro Almodovar, Tilda Swinton, Mark Ruffalo richiedono “piena responsabilità” per l’uccisione di una giornalista palestinese

La lettera, firmata da 126 artisti, tra cui Ken Loach, Mike Leigh e Jim Jarmusch, condanna anche l’attacco della polizia israeliana alle persone in lutto al funerale della giornalista di Al Jazeera Shireen Abu Akleh. DI SCOTT ROXBOROUGH 19 MAGGIO 2022 Pedro Almodovar , Susan Sarandon, Ken Loach , Mike Leigh , Tilda Swinton , Mark Ruffalo , Asif Kapadia,

LEGGI TUTTO

Huda’s Salon: un film “scandaloso”?

Pina Fioretti, collaboratrice di “Cinema senza diritti” Il film “Salon Huda” è l’ultimo lavoro cinematografico dell’apprezzato regista palestinese Hany Abu Assad che ha sollevato aspre polemiche non solo perché tratta un argomento molto caro al regista, il tema del collaborazionismo di cui ha già parlato in “Omar” nel 2013 e

LEGGI TUTTO

Bride Dress: weddings under apartheid in Palestine!

by Rania Hammad The film “Bride Dress” (2019), by Palestinian director Marwah Jbara Tibi, just screened in Rome at the International Women’s House – and promoted by Assopace Palestina and “Ya Amar” group for the regeneration of Palestinian cultural heritage in Italy – was enthusiastically welcomed. The film was highly

LEGGI TUTTO

La stagione palestinese su Netflix

Michael Lavalette 26 dicembre 2021 su Counterfire Michael Lavalette recensisce una serie di film palestinesi attualmente in streaming su Netflix Netflix sta attualmente trasmettendo in streaming una serie di film palestinesi, la maggior parte dei quali merita di essere guardata. Melograni e mirra  racconta la storia degli sposi Kamar e Zaid,

LEGGI TUTTO

Netflix può aiutare nella lotta per la liberazione della Palestina?

Cinema oltre i checkpoint Testo di James Greig Vale la pena celebrare l’uscita della rassegna di film palestinesi di Netflix, ma il colosso dovrebbe andare oltre nel suo sostegno. Questo ottobre, Netflix ha lanciato Storie palestinesi : una rassegna composta da 32 lungometraggi drammi, documentari e cortometraggi diretti da registi palestinesi o su storie

LEGGI TUTTO

Richard Gere, Tilda Swinton, Mark Ruffalo, Susan Sarandon con oltre 100 altre celebrità chiedono a Israele di revocare la designazione di terrorista

“Il lavoro vitale di queste sei organizzazioni per proteggere e dare forza ai palestinesi e chiedere conto a Israele delle sue gravi violazioni dei diritti umani e del regime di apartheid di discriminazione razziale istituzionalizzata è proprio il lavoro a cui Israele sta cercando di porre fine”, si legge in

LEGGI TUTTO

Farah Nabulsi: il suo passato in “Il Presente” e il futuro

Il cortometraggio della regista britannico-palestinese Farah Nabulsi, ambientato nella Cisgiordania occupata, è stato selezionato per gli Oscar. di William Parry 9 marzo 2021 Un cortometraggio ambientato nella Palestina occupata – The Present di Farah Nabulsi – è stato selezionato per gli Oscar. Dato il sempre crescente isolamento politico e gli

LEGGI TUTTO

O fedeltà o silenzio, per i registi palestinesi in Israele

di Suha Arraf +972 Magazine 15 gennaio 2021 nella foto Mohammad Bakri al tribunale distrettuale di Lod 21 dicembre 2020 La persecuzione di Israele nei confronti dell’attore e regista Mohammad Bakri riflette il suo desiderio di censurare le storie dell’occupazione mentre si vanta di essere una “democrazia”. Di Suha Arraf,

LEGGI TUTTO

“Cinema senza diritti” a Venezia dal 9 gennaio

Maria Grazia Gagliardi e Pina Fioretti Anche quest’anno, nella cornice della rassegna “Cinema senza Diritti”, le associazioni Oltre il Mare e Cultura è Libertà- una campagna per la Palestina, forti di un’esperienza maturata in questi ultimi due anni di collaborazione con il Circuito Cinema di Venezia e con l’AAMOD (Archivio

LEGGI TUTTO

12

NEWSLETTER

Iscriviti e resta aggiornato