CALL US NOW 333 555 55 65
DONA ORA

IN ISRAELE

Per Issa Amro, attivista di Hebron, ogni protesta può finire in processo

L’arresto dell’attivista palestinese mostra che non potrà mai esserci giustizia se giudice e procuratore indossano la stessa divisa militare di Oren Ziv, da +972 mag 11 febbraio nella foto (Active Stills) Issa Amro in Hebron Il 20 marzo 2013, l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama è arrivato in Israele

LEGGI TUTTO

Solidarietà globale per Issa Amro, che rischia la condanna del tribunale militare israeliano

 PHILIP WEISS FEBRUARY 3, 2021 nella foto Issa Amro alla Confernza di J Street a Washington, nell’ottobre 2019 Issa Amro è un attivista anti-apartheid nella città occupata di Hebron, in Palestina, dedito alla nonviolenza, ma è stato arrestato dai militari israeliani più volte di quante ne ricordi. “Sono stato arrestato,

LEGGI TUTTO

Dare ai palestinesi la possibilità di uno sguardo alla loro casa

Amjad Ayman Yaghi The Electronic Intifada 14 January 2021 Tarek Bakri consente ai palestinesi nel mondo uno sguardo sulla loro terra Sono passati più di sette decenni dalla Nakba, la pulizia etnica della Palestina del 1948. Le persone espulse dalle forze sioniste in quel momento – se sono ancora in vita

LEGGI TUTTO

Come una campagna diffamatoria israeliana sta strappando fondi ai contadini palestinesi

Gruppi di pressione israeliani stanno prendendo di mira le fonti di finanziamento di un’importante unione agricola palestinese – sostenendo, in modo sospetto, che ha legami con i “terroristi”. Altre organizzazioni palestinesi stanno affrontando gli stessi attacchi.  Alex Kane e Mariam Barghouti  25 gennaio, 2021 da +972 Magazine Il 20 luglio, l’Unione

LEGGI TUTTO

Come è successo che la bandiera israeliana è diventata un simbolo dei nazionalisti bianchi

L’ammirazione del movimento nazionalista bianco negli Stati Uniti per i valori suprematisti dello stato ebraico ben si adatta al suo profondo antisemitismo. di Ben Lorber, 22 Gennaio 2021 da +972 Magazine Quando a migliaia si sono ritrovati a Washington il 6 di gennaio per il fatidico rally a sostegno di

LEGGI TUTTO

Sciopero di lavoratori palestinesi alla Yamit: chiediamo urgente sostegno internazionale

7 gennaio 2021 by New Unions Il 1 ° gennaio 2021, quando il mondo celebrava il nuovo anno, 75 lavoratori palestinesi della fabbrica Yamit Sinoun di una colonia israeliana hanno iniziato uno sciopero aperto chiedendo all’azienda di rispettare i loro diritti. L’azienda produce sistemi di filtraggio dell’acqua per il mercato globale e

LEGGI TUTTO

O fedeltà o silenzio, per i registi palestinesi in Israele

di Suha Arraf +972 Magazine 15 gennaio 2021 nella foto Mohammad Bakri al tribunale distrettuale di Lod 21 dicembre 2020 La persecuzione di Israele nei confronti dell’attore e regista Mohammad Bakri riflette il suo desiderio di censurare le storie dell’occupazione mentre si vanta di essere una “democrazia”. Di Suha Arraf,

LEGGI TUTTO

Perché i media di Israele ignorano la dichiarazione di B’tselem sull’apartheid?

Mentre la dichiarazione di B’tselem su Israele come stato di apartheid ha ricevuto un’ampia copertura nel mondo, i media in ebraico di Israele sono rimasti quasi tutti in silenzio di Oren Persico e The Seventh Eye 14 gennaio, 2021 nella foto Foto: Un uomo con la mascherina legge giornali nel centro di Gerusalemme 8

LEGGI TUTTO

Dal mondo della cultura italiano sostegno alla lettera di 122 palestinesi e del mondo arabo

Pubblichiamo, ringraziando chi ha aderito, le 276 firme di sostegno alla lettera delle 122  personalità palestinesi e del mondo arabo (The Guardian 29 novembre), da parte di colleghi/e del mondo italiano dello spettacolo, accademico, artistico, scientifico, musicale… Ricordiamo che la lettera riguarda la definizione di antisemitismo dell’IHRA (e relativi allegati) e

LEGGI TUTTO

Un rampollo dell’aristocrazia sionista vuole dimettersi dal popolo ebraico. Israele glielo permetterà?

di Ravit Hecht per Haaretz 1° gennaio 2021 Perché Avraham Burg, che ha servito come portavoce della Knesset, presidente ad interim e capo dell’Agenzia ebraica, chiede a Israele di annullare la sua registrazione come ebreo Avraham Burg è stato un uomo dai molti titoli. Rampollo di una delle famiglie aristocratiche

LEGGI TUTTO

NEWSLETTER

Iscriviti e resta aggiornato