CALL US NOW 333 555 55 65
DONA ORA

Tagged as: Gerusalemme est

Perché i soldati israeliani raccolgono i frutti degli uliveti palestinesi?

I soldati sono stati visti raccogliere olive dopo aver ricevuto il permesso da un gruppo di coloni. Quando i palestinesi sono andati a raccogliere il giorno dopo, la polizia glielo ha impedito. Di Oren Ziv e Meron Rapoport , 19 ottobre 2022 Gli agenti di polizia israeliani negano ai palestinesi l’accesso agli ulivi a Wadi

LEGGI TUTTO

Famiglie palestinesi di Gerusalemme est stanno per essere sfrattate dalle loro case

A 30 famiglie palestinesi di un quartiere di Gerusalemme est sono stati inviati avvisi di sfratto anche se un documento degli anni ’80 dell’amministrazione israeliana delle terre mostra che la terra è di proprietà di palestinesi Yael Fredson 20 novembre 2022 Haaretz Naif Qunbar (a destra) con suo figlio Sa’ad,

LEGGI TUTTO

Amani Odeh sul salvataggio di Silwan

Amani Odeh racconta la sua vita a Silwan, un quartiere palestinese a Gerusalemme est, dove 1.500 residenti vivono sotto la minaccia della demolizione delle case per far posto ai coloni israeliani. DI GHOUSOON BISHARAT E THOMAS DALLAL  26 AGOSTO 2022   PER MONDOWEISS SERIE QUAL’È LA STORIA Shu al-Qusa/What’s the Story/Qual’è la storia è una

LEGGI TUTTO

La lotta per la riunificazione delle famiglie palestinesi ha successo scarso, difficile, tardivo

Amira Hass, Haaretz 15 ottobre 2021 Invece di attenersi agli accordi, Israele offre “un gesto” sotto forma di documenti di identità palestinesi alle persone senza status in Cisgiordania e a Gaza. Rimane ancora in sospeso il ricongiungimento familiare per i residenti dei territori sposati con cittadini israeliani. Per 442 palestinesi

LEGGI TUTTO

Perché il mondo è preso da Sheikh Jarrah, mentre gli Israeliani non sono realmente interessati?

Gli occhi del mondo sono di nuovo puntati sulla Corte Suprema israeliana, ma perché questo particolare caso palestinese di Sheikh Jarrah in Gerusalemme ha catturato l’attenzione dei media mentre tanti altri sono stati dimenticati? Anshel Pfeffer 3 agosto 2021 20:22 La Corte Suprema israeliana viene regolarmente descritta dagli uomini di

LEGGI TUTTO

La polizia israeliana è determinata a intensificare la violenza a Gerusalemme

Da Sheikh Jarrah alla Porta di Damasco al complesso di Al-Aqsa, la polizia ha avviato e intensificato una campagna di repressione contro i palestinesi. DiOren Ziv 8 maggio 2021 da +972 magazine Per quattro giorni consecutivi la scorsa settimana, la polizia israeliana ha disperso i giovani palestinesi che erano venuti

LEGGI TUTTO

Un’altra Nakba: “Questa è la mia casa, questa è la mia porta, sei un ladro”

Nel 2020, 140 famiglie palestinesi hanno perso le loro case, circa il doppio del numero nel 2019, un’ondata di pulizia etnica israeliana che molti vedono come parte di un “progetto sionista di 100 anni” per appropriarsi di “Gerusalemme intera e unita”. Abby Zimet 5 maggio 2021 per Portside COMMON DREAMS

LEGGI TUTTO

Intimidazione. Estorsione. Sfratto: questa è la realtà brutale per i palestinesi a Silwan, Gerusalemme

di Jawad Siyam da Haaretz Opinione Sono un organizzatore di una comunità palestinese nel quartiere di Silwan a Gerusalemme est. Vi racconto cosa si prova ad essere assediati dai coloni e sotto il costante attacco delle autorità israeliane “Sei civilizzato”, ha detto l’interrogante israeliano, in arabo beffardo. ” Inta mathaqaf . Hai connessioni. Non

LEGGI TUTTO

Dalla scienza alla musica classica, Israele reprime la cultura palestinese

Robert Swift da +972 Magazine 26 agosto Negli ultimi mesi Israele ha represso personalità culturali e intellettuali nei territori occupati. I critici dicono che gli attacchi fanno parte di una più ampia strategia di soppressione della società civile palestinese. Suhail Khoury e Rania Elias sono stati arrestati il ​​mese scorso

LEGGI TUTTO

Rilasciati i dirigenti delle Istituzioni culturali palestinesi a Gerusalemme

JERUSALEM, da AFP: La polizia israeliana ha rilasciato i due importanti dirigenti culturali dopo l’arresto di mercoledì a Gerusalemme est con il sospetto di “finanziamento al terrorismo”, ha detto uno dei loro avvocati. Rania Elias, che dirige il Centro culturale Yabous, e suo marito Sohail Khoury, direttore generale del Conservatorio

LEGGI TUTTO

12

NEWSLETTER

Iscriviti e resta aggiornato