CALL US NOW 333 555 55 65
DONA ORA

Le Nazioni Unite pubblicano la lista delle aziende complici della colonizzazione israeliana

Qui sotto il testo delle Nazioni Unite, con la lista delle aziende

E’ un importante passo avanti. Questa lista, pubblicata dal Consiglio per i diritti Umani delle Nazioni Unite, ci permette di conoscere e far conoscere queste aziende, israeliane e non, colpevoli di violazione dei diritti umani e del diritto internazionale in quanto operanti negli e per gli insediamenti.

Mancano all’appello aziende note (nel campo dei sistemi di sicurezza in quello militare, e altre come ElbitSystems, G4S…), si spera che verranno aggiunte.

Il numero delle aziende della “lista nera” è inferiore a quella del 2017 che ne contava oltre 200. Come si legge alla fine (segnalato in giallo) alcune hanno comunicato alle NU di aver cessato le attività per cui erano state incluse nella lista.

Da oltre un anno Ong palestinesi come Al-Haq, il Centro per i Diritti Umani AlMezan, il Centro palestinese per i Diritti Umani (PCHR) e la DCI-Palestina (Defense for Children International),  ne sollecitavano la pubblicazione. E invitano “tutti gli Stati a utilizzare lo strumento per facilitare  l’attuazione delle misure ai sensi della Risoluzione 2334 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, impegnandosi sia a contrastare le imprese presenti nei territori sotto la loro giurisdizione che traggono profitto dagli insediamenti illegali israeliani, sia a vietare l’introduzione dei prodotti provenienti dagli insediamenti nei rispettivi mercati locali”.

PALESTINA data base UN

Chi vuole informarsi sul ruolo delle aziende del settore privato nell’economia di occupazione israeliana consulti il sito https://whoprofits.org/  molto ben fatto.

PalestinaCeL

VIEW ALL POSTS

NEWSLETTER

Iscriviti e resta aggiornato