CALL US NOW 333 555 55 65
DONA ORA

All Posts by PalestinaCeL

Pedro Almodovar, Tilda Swinton, Mark Ruffalo richiedono “piena responsabilità” per l’uccisione di una giornalista palestinese

La lettera, firmata da 126 artisti, tra cui Ken Loach, Mike Leigh e Jim Jarmusch, condanna anche l’attacco della polizia israeliana alle persone in lutto al funerale della giornalista di Al Jazeera Shireen Abu Akleh. DI SCOTT ROXBOROUGH 19 MAGGIO 2022 Pedro Almodovar , Susan Sarandon, Ken Loach , Mike Leigh , Tilda Swinton , Mark Ruffalo , Asif Kapadia,

LEGGI TUTTO

Stati Uniti: migliaia di persone festeggiano la città del New Jersey che rinomina una strada trafficata “Palestine Way”

Più di 5.000 persone, molte delle quali sventolano bandiere palestinesi, partecipano alla cerimonia per rinominare una sezione trafficata di Main Street in onore dei contributi dei palestinesi-americani Il sindaco della città di Paterson Andre Sayegh, il presidente del consiglio comunale Maritza Davila e il consigliere Alaa Abdelaziz posano accanto al

LEGGI TUTTO

Una colona israeliana ha schiaffeggiato un attivista palestinese. Un tribunale di Gerusalemme ha schiaffeggiato lei

Amira Hass 19 aprile 2021 L’attivista Issa Amro davanti a un tribunale militare israeliano a gennaio. Credito: Emil Salman La colona Anat Cohen è stata condannata la scorsa settimana dal tribunale del magistrato di Gerusalemme a pagare 7.000 shekel (2.144 dollari) a un residente di Hebron, Issa Amro, perché lei lo

LEGGI TUTTO

L’esercito israeliano non condurrà un’indagine penale sulla morte della giornalista di Al Jazeera

La polizia militare non aprirà un’indagine sull’uccisione di Shireen Abu Akleh sulla base del fatto che non vi è alcun sospetto di un atto criminale. Decisione che potrebbe suscitare critiche da parte di Washington Amos Harel Haaretz Maggio. 19, 2022 Questa immagine ottenuta da un’ex collega della defunta giornalista televisiva veterana di

LEGGI TUTTO

Allora adesso siete inorriditi?

Gideon Levy per Haaretz 11 maggio Il relativo orrore espresso per l’uccisione di Shireen Abu Akleh è giustificato e necessario. È anche tardivo e ipocrita. Ora siete sconvolti? Il sangue di una famosa giornalista, per quanto coraggiosa ed esperta fosse – ed era – non è più rosso del sangue

LEGGI TUTTO

NEWSLETTER

Iscriviti e resta aggiornato