CALL US NOW 333 555 55 65
DONA ORA

L’FBI apre un’indagine sull’uccisione di Shireen Abu Akleh

15 novembre The Palestine Chronicle

I palestinesi a Gaza si mobilitano dopo l’assassinio di Shireen Abu Akleh. (Foto: Mahmoud Ajjour, The Palestine Chronicle)

A cura di Palestine Chronicle Staff

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha informato il Ministero della Giustizia israeliano che l’FBI ha aperto un’indagine sulla morte del giornalista palestinese americano Shireen Abu Akleh, ha riferito Axios lunedì.

La decisione dell’FBI, che è stata riportata per la prima volta su Israeli Channel 14, potrebbe portare a una richiesta degli Stati Uniti di indagare sui soldati israeliani coinvolti nell’operazione, secondo Axios.

Commentando la notizia su Twitter, il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz ha affermato che “la decisione del Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti di indagare sulla tragica morte di Shireen Abu Akleh è un grave errore”, aggiungendo che Israele “non coopererà con un’indagine esterna”.

La famiglia di Abu Akleh ha elogiato la decisione degli Stati Uniti di aprire un’indagine sulla sua morte.

“Questo è un passo importante”, ha affermato la famiglia in un comunicato, aggiungendo che le autorità statunitensi hanno la responsabilità di indagare “quando un cittadino statunitense viene ucciso all’estero, specialmente quando viene ucciso, come Shireen, da un militare straniero”.

Anche il membro del Congresso degli Stati Uniti Rashida Tlaib ha applaudito la decisione dell’FBI, affermando che questo è “il primo passo verso una vera assunzione di responsabilità per l’assassinio di Shireen”.

Abu Akleh è stata uccisa l’11 maggio mentre copriva un’incursione dell’esercito israeliano nella città occupata di Jenin, in Cisgiordania.

(PC, Axios, SOCIAL)

Traduzione redazionale

PalestinaCeL

VIEW ALL POSTS

NEWSLETTER

Iscriviti e resta aggiornato